Potare l’edera – le migliori soluzioni per le tue piante

0

L’ edera è una pianta rampicante sempreverde che abbellisce la maggior parte dei nostri giardini.
La sua manutenzione va effettuata con estrema cura al fine di darle la possibilità di ‘ricrearsi’ da sola e di ottenere un buon sostegno per farla arrampicare sul posto dove si desidera che si sviluppi.
L’operazione di potatura non è difficoltosa, a patto che si usi l’attrezzo adatto e che ci si attenga alle regole di giardinaggio, che prevedono che questa operazione venga effettuata due volte all’anno, ossia alla fine dell’inverno (tra Febbraio e Marzo) e nel mese di Agosto.
Ovviamente, bisognerà stabilire la metodica giusta a seconda se si tratti di edera coltivata in vaso o di edera piantata a terra.
La tenera ederina in vaso, potrà essere potata con delle forbici mentre quella con radici nel terriccio, con l’uso di un tagliasiepe.
La potatura è abbastanza semplice e occorrerà solo selezionare i rami da tagliare e reciderli direttamente alla base con un taglio netto.
Con le forbici e le cesoie, quest’operazione non sempre avviene con dovizia, mentre con l’uso di un buon tagliasiepe, si potranno ottenere risultati ottimali e in metà del tempo.

Perché usare un tagliasiepe dalle giuste caratteristiche

Con l’uso di un tagliasiepe, si avrà la garanzia che la propria edera prenda la forma diritta che è indispensabile per non procurare un’eccessiva crescita alla pianta.
Il taglio ordinato e regolare, inoltre, consentirà all’edera di acquisire il nutrimento necessario nel modo corretto.
L’edera è, per antonomasia, una delle piante decorative più scenografiche e, se ben curata, rende il giardino da sogno.
Usare forbici e cesoie renderebbe il lavoro davvero interminabile, quindi, a meno che non si vogliano spendere soldi per pagare un giardiniere, è preferibile acquistare un buon tagliasiepe per uso hobbistico.
In commercio ci sono un’infinità di modelli e nella loro scheda tecnica, ci sono tutte le indicazioni e le caratteristiche in modo che si possa effettuare un acquisto ponderato.
Una delle prerogative a cui bisogna dare rilevanza maggiore, è il peso del tagliasiepe che deve essere comodo, pratico, leggero e maneggevole, affinché possa essere utilizzato anche da donne e persone di una certa età.
Il peso ideale è di circa 4 Kg ed è preferibile scegliere un tagliasiepe con diverse prese per angolare i tagli.

I migliori tagliasiepe

Il tagliasiepe è uno degli attrezzi più facili da utilizzare e il consiglio è quello di fare le opportune considerazioni prima di acquistarlo.
Se l’edera presente nel giardino non è eccessivamente estesa, conviene acquistare un tagliasiepe a batteria mentre è opportuno acquistarne uno a motore o con cavo, se l’entità del lavoro è maggiore.
E’ bene considerare anche la lunghezza della lama poiché una lama lunga è utile anche per lo sfoltimento dell’edera mentre una corta, taglia con maggiore precisione.
E’ fondamentale anche la forma del tagliasiepe ed il bilanciamento affinché durante l’uso, l’utilizzatore non si stanchi eccessivamente.
Ci sono modelli con impugnatura ergonomica che è meglio prediligere per ottenere una buona manualità.
Per ciò che concerne la sicurezza, i brand affermati offrono tagliasiepe accuratamente studiati per preservare l’incolumità di chi li usa. E’ consigliabile rivolgersi ad un esperto del settore oppure di leggere l’esaustiva scheda tecnica di ogni prodotto per effettuare un acquisto informato e spendere il giusto prezzo

 

Share.

About Author

Leave A Reply